forum


Forum » La Video Chat

QUALCHE DELUCIDAZIONE SUI TROLL

    • Moderatore
    • 8 post
    31 luglio 2014 14.09.02 CEST

    Il termine troll è stato coniato agli albori dell'era informatica. Nonostante questo testimonianze dell'attività di questi animali si hanno dalla notte dei tempi, come per esempio il cavernicolo che rovinava ripetutamente le pitture rupestri della caverna, o quello che voleva orge sfrenate a tutti i costi nei periodi di carestia. nessuno però si sarebbe mai sognato che questa specie, inutile e priva di senso, sarebbe sopravvissuta alle glaciazioni, alla sacra inquisizione e alla rivoluzione industriale, fino ad approdare nell'era di Internet. Questa specie comunque è classificabile in almeno 3 sottospecie:

     

    TROLL VULGARIS
    La specie più comune e facile da riconoscere. Nelle Chat, nel Blog e nei Forum si manifesta con messaggi offensivi di matrice estremistica volendo imporre le proprie idee come valide e quelle altrui come prive di senso. Specie priva di Intelligenza è una specie endemica ed in crescita come numero.

     

    TROLL EBETIS
    Quelli di questa sottospecie tendono a scrivere completamente fuori tema e cose che c'entrano davvero nulla con il contesto. Gli argomenti più frequenti proposti sono: le fantasie erotiche e le loro mirabolanti prestazioni. Tendono solitamente a sostenere argomenti in contrapposizione con quelli trattati al momento e, se vengono contrastati, cedono al vittimismo dando a tutti gli altri del "Fascista".

     

    TROLL REALIS

    Noti per la facilità con cui cadono in contraddizione, questa specie fa uso di fonti di informazioni sconosciute e della propria orginalissima cultura. Molti di questi finiscono addirittura di godere di ottima reputazione tra gli Utenti più ignoranti di loro. Li si trova spesso a correggere gli altri, specialmente grammaticalmente con appunti illegibili o nel fare citazioni non si sa di chi.

     

    TROLL SUSSIDIARIUS
    I Troll di questa sottospecie sono quelli che si ritengono "salvatori" ed indispensabili alla vita di una Chat, di un Blog o di un Forum. Riempiono pagine e pagine di citazioni e foto e cercano in tutti i modi di allietare gli altri utenti con battute "icredibili" alle quali sorridono solo loro stessi. Bisogna dire che questa specie è la meno pericolosa per fortuna.

     

    COME COMBATTERE I TROLL

     

    - L'indifferenza è lo strumento più efficace contro i troll.
    - Evitare a tutti i costi la comunicazione con i troll. Non è solo inutile, è dannosa.
    - Fate bannare  o meglio ancora silenziare i troll senza proferire parola alcuna.
    - Il vero ASCETA dell'anti troll combatte senza combattere. Fate tesoro di questo precetto Zen e ogni troll che incontrate giacerà morto ai vostri piedi in pochi istanti.
    - Ricordate che un troll quasi sempre vuole essere individuato e accusato.
    - Il troll tenterà di cambiare l'argomento della discussione con il trollaggio stesso il prima possibile.
    - Il troll non riuscendo nella propria azione inizierà a dire: "L'avete tutti con me"; " Cosa vi ho fatto?"; "Siete tutti delle merde"; Non rispondere è meglio.

     

    Consiglio per i mod durante l'eterna lotto con i troll.

     

    - Non ditegli mai che è un troll, lo prenderà come un complimento e insisterà.
    - Non rispondete a messaggi ripetuti e senza senso.
    - Non avviate con lui discussioni nella pubblica.
    - Non bannate o buttate fuori, c'è sempre qualche imbecille che li sostiene. SILENZIATE!

     

     

     


    Questo post è stato editato da wenner il 27 ottobre 2014 09.45.24 CET
    • Moderatore
    • 3 post
    31 luglio 2014 17.49.10 CEST

    hahahaha RIDO

     

    • 1 post
    31 luglio 2014 18.22.40 CEST

    Mancherebbero i figli di TROLL

  • 31 luglio 2014 19.09.31 CEST

    ahahha grande paolo

  • 31 luglio 2014 20.10.04 CEST

    Il termine deriva dal mitologico troll, creatura umanoide diffusa, secondo la leggenda, nell'Europa settentrionale, in particolare in Norvegia.

    Dal sostantivo troll si derivano comunemente, sia in lingua inglese sia tramite l'adattamento alla lingua italiana, il verbo to trolltrolling (tradotto in trollare), ovvero l'agire come un troll (fomentare gli animi provocatoriamente), e la locuzione farsi trollare, ovvero il cadere nella trappola di un troll, rispondendo alle sue provocazioni.

    Alternativamente, l'origine proverrebbe da un altro significato del verbo inglese to troll, muovere un'esca in modo tale da spingere un pesce ad abboccare

     

    Un troll particolarmente tenace ed astuto può scoraggiare gli utenti di una comunità virtuale fino a causarne la chiusura.

    La figura del troll può coincidere in alcuni aspetti con quella del fake, ovvero colui che disturba una comunità fingendosi qualcun altro. Tuttavia, un fake potrebbe partecipare in modo disciplinato e costruttivo alla conversazione (diversamente dal troll), mentre un troll potrebbe non celare né falsificare la propria identità (diversamente dal fake). Sovente le due figure, però, hanno obiettivi sovrapponibili.

    Alcuni tipi di messaggi e attività associati all'azione del troll:

    • L'invio di messaggi intenzionalmente sgarbati, volgari, offensivi, aggressivi o irritanti.
    • L'invio di messaggi con contenuti senza senso, detto in gergo informatico flood (come: semplici lettere, emoticon, testi casuali)
    • L'invio di un numero di messaggi, anche se non particolarmente provocatori o insensati, tale da impedire il normale svolgimento delle discussioni.
    • L'invio di messaggi volutamente fuori tema (con frasi come: "come sviluppo la mia pagina web?", in un forum nel quale si parla di musica).
    • L'invio di messaggi contenenti errori portati avanti con finta convinzione (con frasi come: "Così è la vita è certamente il miglior film di Roberto Benigni, checché ne diciate!").
    • L'invio di messaggi a scopo di disinformazione e critica insensata.
    • Il perorare intenzionalmente e con tensione un'argomentazione basata su un errore difficile da dimostrare o su opinioni potenzialmente verosimili, facendosi seguire nella discussione dalla comunità.
    • Il pubblicare contenuti di disturbo come suoni, immagini o link a siti offensivi, sovente mimetizzandoli come innocui.
    • Lo svelare trame di film o libri senza avvertire.
    • Lo sbagliare deliberatamente e ripetutamente i nomi (di persone o cose) o regole grammaticali per irritare gli altri utenti.
    • L'attribuire a tanti l'opinione di uno, vittimizzandosi e non rispondendo nel merito, spingendo possibilmente altri utenti a prendere le proprie difese (con frasi come: "vi siete coalizzati contro di me").
    • Il ridicolizzare o denigrare ripetutamente gli interventi di un utente "concorrente".
    • Lo scrivere deliberatamente messaggi enfatici su un dato argomento divertendosi alla spalle di chi corrobora poi la propria fasulla tesi.
    • Il portare avanti tesi opposte a quelle dichiaratamente discusse nella comunità, con argomentazioni vaghe, imprecise e pretestuose, generando quindi flame (per esempio pubblicando teorie evoluzioniste in un forum di creazionisti o viceversa).

     

  • 31 luglio 2014 20.12.45 CEST

    cosi è più completo :) 

  • 31 luglio 2014 20.14.43 CEST

    ahahahha compli

    • 1 post
    31 luglio 2014 20.18.08 CEST

    L'immagine dell'italiano medio....

  • 27 ottobre 2014 09.46.49 CET

    troll slayer

     Avevo pensato anche al nick TrollSlayer al momento della registrazione, poi ho optato per quello storico ;-)


    Questo post è stato editato da Utente Cancellato il 27 ottobre 2014 10.01.53 CET